Victoire ha riacquistato la salute e la fede “bevendo acqua da Lourdes”

Print Friendly, PDF & Email

Victoire ha riacquistato la salute e la fede “bevendo acqua da Lourdes”

Troppe persone non sono consapevoli che pubblicazioni scientifiche di prestigio internazionale pubblicano regolarmente ricerche i cui risultati rivelano che la fede e la pratica religiosa sono fattori protettivi della salute delle persone. Victoire era una di loro. Questa giovane madre francese non sapeva che frequentare la messa, ad esempio, migliora i fattori benefici per la salute mentale nelle persone che, come è successo a lei, soffrono di depressione .

Nata in una famiglia cattolica praticante, è cresciuta “con la messa domenicale e la preghiera quotidiana”. Tuttavia, deve essere stata una fede tiepida, perché Victoire, non lo dimentica, nella sua famiglia “i conflitti erano abituali” . Guardare la sua infanzia significa parlare di sofferenza, di difficoltà, dice, e sottolinea senza dare maggiori dettagli: “in particolare perché ho subito un’aggressione sessuale “. 

Dopo aver raggiunto gli anni di tristezza giovanili, fu ricoverata in ospedale a causa di una forte depressione.   

Questa situazione, aggiunge la giovane donna, è stata un tremore non solo per lei, ma anche per i suoi genitori. 

Nel mezzo di questa realtà che non migliorava, essendo ospedalizzata – dichiara Victoire – un giorno  sua “nonna” la viene a trovare e le porta un regalo che la vecchia considera “potente”: una piccola bottiglia con acqua di Lourdes. “Era molto pia perché andava a Lourdes ogni anno. Pienamente convinta, mi ha assicurato che bere l’acqua di questa bottiglia avrebbe curato la mia malattia. Certo, a causa delle circostanze in cui mi sono trovata, la sua acqua di Lourdes mi ha fatto sorridere. Tuttavia, anche senza avere alcuna convinzione di fede, ogni giorno che ho trascorso in ospedale ho bevuto un sorso di quell’acqua “. 

“Attraverso Maria … Dio mi ha preso tra le sue braccia”

Victoire è stata dimessa dopo poche settimane, e pochi mesi dopo stava decisamente meglio. Oggi, guardando indietro, la sua esperienza non ammette dubbi su ciò che ha vissuto:

“So che sono guarita grazie a quest’acqua di Lourdes. Non penso che stiamo parlando di una guarigione miracolosa come quelle che si verificano a Lourdes; ma attraverso Maria ho avuto un incontro quotidiano con il Signore . Nel prendere il sorso giornaliera di acqua ha avuto un incontro con Gesù, sentivo la fiducia in Lui. A quel tempo, quando non avevo la forza di andare avanti, mi ha dato a Lui, ho messo via la mia volontà. È stato Dio a prendermi tra le sue braccia, e mi ha tenuto . Credo che prima vivevo la mia fede passivamente, lasciandolo camminare un po ‘di fronte a me. Anche se l’ho seguito, il mio approccio è stato passivo. Da quel momento, ho deciso di andare avanti con Lui e con Lui . ” 

“Dio solleva le persone sul nostro cammino”

Una ragione per cui ha deciso di dare questa testimonianza – sottolinea questa giovane donna francese – è quella di condividere con gli altri l’importanza di riconoscere le proprie debolezze affidandosi pienamente a Dio, donandosi a Lui, permettendole di agire nella propria vita. “A volte si dice che la nostra vulnerabilità ci avvicina al Signore. Ma penso che solo quando riconosciamo la nostra vulnerabilità possiamo avvicinarci a Gesù “, dice.

Madre di tre bambini, dopo aver avuto esperienze di post-nascita difficile, si è sentita completamente sopraffatta, affaticata dal carico di lavoro”, è stato difficile per lei riconoscere che aveva bisogno di aiuto. Per la sua gioia e il suo benessere, “Dio pone le persone sul nostro cammino per aiutarci a crescere, a guarire; e così dietro l’aiuto che ricevi, oltre a ciò che un medico può fare è l’aiuto e il sostegno di Cristo nella mia vita “, dice sorridendo alla fine della sua testimonianza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *