Storie del Santo Rosario.

Print Friendly, PDF & Email

Storie del Santo Rosario

Spesso è difficile iniziare l’abitudine di pregare il Rosario quotidiano, ma non scoraggiamoci. È misteriosamente benefico per te e per il mondo intero; e vale la pena di pregarlo, e farlo diventare un’abitudine quotidiana. È bello leggere storie che illustrano questa devozione, che ci sono state trasmesse dai santi; e il seguente testo contiene una tale storia. La storia coinvolge il prete-fondatore dei domenicani,  San Domenico (1170- 1221 d.), E una donna pia che ha rifiutato di pregare il Santo Rosario, nonostante la direzione di San Domenico di farlo. Questa storia è stata riportata da San Luigi Grignon de Monfort (nato nel 1673-1716) nel suo libro, Il segreto del Rosario :

Qualunque cosa tu faccia, non essere come una donna pia ma cocciuta a Roma, così spesso menzionata quando si parla del Rosario.

Era così devota e così fervida che mise a disagio per la sua vita santa anche i religiosi più stretti della Chiesa. Avendo deciso di chiedere il consiglio di San Domenico sulla sua vita spirituale, gli chiese di ascoltare la sua confessione.

Per penitenza le diede un intero Rosario da dire e le consigliò di dirlo ogni giorno. Disse che non aveva tempo per dirlo, scusandosi per il fatto che lei faceva le stazioni di Roma ogni giorno, che indossava un sacco e una velo per i capelli, che eseguiva tante altre penitenze e digiunava così tanto.

San Domenico la esortò ripetutamente a seguire il suo consiglio e recitare il Rosario, ma lei non ne volle sapere. Lasciò il confessionale, inorridita dalla tattica di questo nuovo direttore spirituale che aveva cercato così duramente di persuaderla ad assumere una devozione che non era affatto di suo gradimento.

Più tardi, mentre era in preghiera, cadde nell’estasi e ebbe una visione della sua anima che appariva davanti al Posto del giudizio di Nostro Signore. San Michele ha messo tutte le sue penitenze e altre preghiere su un vassoio della bilancia e tutti i suoi peccati e imperfezioni sull’altro vassoio. Il vassoio delle sue buone opere era ampiamente superato dal vassoio con i suoi peccati e imperfezioni. Piena di terrore, ha gridato pietà, implorando l’aiuto della Beata Vergine Maria. Il suo gentile avvocato sostenne l’unico rosario che aveva detto per la sua penitenza e lo lasciò cadere sul vassoio delle sue buone opere. Questo Rosario era così pesante che pesava più di tutti i suoi peccati e di tutte le sue buone opere. La Madonna poi la rimproverò per aver rifiutato di seguire il consiglio del suo servitore Domenico e di non recitare il Rosario ogni giorno. Appena arrivata si precipitò e si gettò ai piedi di San Domenico e gli raccontò tutto quello che era successo. Ha implorato il suo perdono per la sua incredulità e ha promesso di recitare il Rosario fedelmente ogni giorno. In questo modo ella si elevò alla perfezione cristiana e infine alla gloria della vita eterna.

Voi che siete persone di preghiera, imparate da ciò quanto sia tremendo il potere, il valore e l’importanza di questa devozione del Santissimo Rosario quando si dice insieme con la meditazione sui misteri “.

Da Il segreto del rosario di St Louis de Montfort   (Rockford, IL: TAN Books and Publishers, Inc., 1999), 63-64.

“Un giorno, attraverso il Rosario e lo Scapolare, la Madonna salverà il mondo.” -San Domenico

“Posizionato sopra i cieli, 
lei è 
in ordine d’oro, 
risparmiando”. 

Non lasciamo mai le nostre perle.

Buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *