Sei depresso o triste? Prega questa preghiera di Padre Pio.

Print Friendly, PDF & Email

Sei depresso o triste? Prega questa preghiera di Padre Pio.

Se stai sprofondando nel buio, è fondamentale “alzare la mano” e chiedere aiuto

Un piccolo testo anonimo dice: “Alza la mano più in alto possibile, e Dio completerà la distanza che ti separa”. 

È la frase a cui mi riferisco durante quei momenti in cui percepisco certe tenebre emozionali: la depressione

Per molti di noi, questa oscurità è un vecchio e indesiderato amico, il “cane nero” menzionato da Winston Churchill – chiamato anche disordine affettivo stagionale.

Il Manuale diagnostico dei disturbi mentali (DSM) contiene le definizioni cliniche per la depressione. 

Possiamo anche ricorrere alla spiegazione dell’oscurità spirituale che Giovanni della Croce scrive in La notte oscura dell’anima. 

Qualunque sia il modo in cui sei finito in uno stato di depressione o quale storia ti ha portato nella malattia, la chiave in quei momenti è di raggiungere e mettersi in contatto.

Lo stato di depressione non è un vuoto. 

È uno spazio pieno di conoscenza davanti al quale siamo momentaneamente ciechi. 

Quando cerchiamo di raggiungere questa conoscenza da soli, di solito ci stanchiamo di continuare ad approfondire. Ecco perché soccombiamo alle onde della disperazione.

Cercare il contatto non è un movimento intuitivo quando siamo psicologicamente e spiritualmente debilitati. 

Sebbene ci abbiano insegnato che perdere la speranza è allontanarsi da Dio, che è un peccato, c’è un altro elemento di disperazione che viene trascurato. 

Viene dalla Regola di San Benedetto: “In ogni cosa Dio sia glorificato”.

In una recente confessione, quando ero in un momento di depressione, il prete mi ha dato una penitenza molto concreta. 

Dovevo leggere di Gesù che cammina sul mare in tempesta e della paura di Pietro (in Matteo 14).

Poi avrei dovuto riflettere specificamente sul momento in cui Pietro si dispera e cerca l’aiuto di Nostro Signore prima che Gesù prende la sua mano.

Fu un momento pieno di dubbi per Pietro, la cui fede si era indebolita. 

Era anche una risposta intuitiva per una persona che stava annegando fisicamente: protendersi, cercando di aggrapparsi a qualsiasi cosa per salvare la propria vita.

Il prete mi ha suggerito di riflettere su questa immagine; una metafora per me per raggiungere nuovamente Cristo – psicologicamente e spiritualmente. 

Sono rimasto sbalordito da quanto velocemente l’istinto di sopravvivenza abbia accostato spiritualmente il desiderio di vivere fisicamente quando è esausto e in acque profonde.

Nella tranquillità di sapere che il Signore mi ha preso la mano e che non affonderò, di solito leggo questa preghiera. A volte la leggo fino a tre volte di fila

PREGHIERA

Rimani con me, Signore, perché ho bisogno che tu sia presente in modo che io non ti dimentichi. Sai già com’è facile per me dimenticarti.

Rimani con me, Signore, perché io sono debole e ho bisogno della tua forza per non cadere così spesso.

Rimani con me, Signore, perché tu sei la mia vita, e senza di te non ho fervore.

Rimani con me, Signore, perché tu sei la mia luce, e senza di te io sono l’oscurità.

Rimani con me, Signore, per mostrarmi la tua volontà.

Resta con me, Signore, così che io possa sentire la tua voce e seguirti.

Rimani con me, Signore, perché voglio amarti moltissimo e stare sempre in tua compagnia.

Rimani con me, Signore, se vuoi che ti sia fedele.

Rimani con me, Signore, perché, per quanto povera possa essere la mia anima, voglio che sia per te un luogo di consolazione, un nido d’amore.

Amen.

(San Pio di Pietrelcina – Preghiera per dopo la comunione)

La depressione è una battaglia e per molti di noi una croce da portare per tutta la vita. 

Portandola nel miglior modo possibile, possiamo allo stesso tempo chiedere aiuto, essere portati ad una maturità più profonda nella fede.

Qualcosa che, come la maggior parte delle virtù, non è così semplice da conquistare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *