12 apostoli, chi sono i 12 apostoli di Gesù?

Chi sono i 12 apostoli descritti nel Nuovo Testamento nella seconda parte della Bibbia? I 12 apostoli di Gesù sono un gruppo di discepoli scelti da Gesù per continuare a proclamare il messaggio di salvezza da lui iniziato.

Secondo i Vangeli sinottici Gesù scelse i primi dei dodici apostoli in Galilea presso il Lago di Tiberiade, mentre, se si legge il Vangelo di Giovanni la chiamata dei primi discepoli avvenne nei pressi di Betania.

I primi discepoli ad essere chiamati, in entrambi i casi, sono Andrea, Pietro, Giacomo e Giovanni.

I nomi dei 12 apostoli di Gesù

Se ci sono alcune incertezze sul luogo scelto per la prima chiamata dei 12 apostoli per i nomi non ci sono divergenze tra i Vangeli.
I nomi dei 12 apostoli di Gesù sono:

  • Pietro
  • Giovanni
  • Giacomo il maggiore
  • Andrea
  • Filippo
  • Tommaso
  • Bartolomeo
  • Matteo
  • Giacomo il Minore
  • Simone lo Zelota
  • Giuda Taddeo
  • Mattia


(4,0 su 5 stelle)
14 valutazioni globali
 

La chiamata dei 12 Apostoli nei Vangeli

I passi dei Vangeli in cui si fa riferimento alla chiamata degli Apostoli sono:

Chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede il nome di apostoli.

(Luca 6,13)

Mentre passava lungo il mare di Galilea, egli vide Simone e Andrea, fratello di Simone, che gettavano la rete in mare, perché erano pescatori. Gesù disse loro: «Seguitemi, e io farò di voi dei pescatori di uomini». Essi, lasciate subito le reti, lo seguirono. Poi, andando un po' più oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni, suo fratello, che anch'essi in barca rassettavano le reti; e subito li chiamò; ed essi, lasciato Zebedeo loro padre nella barca con gli operai, se ne andarono dietro a lui.

(Marco 1,14-20)

Mentre camminava lungo il mare di Galilea, vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedeo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono.

(Matteo 4,18-22)

Il giorno seguente, Giovanni era di nuovo là con due dei suoi discepoli; e fissando lo sguardo su Gesù, che passava, disse: «Ecco l'Agnello di Dio!» I suoi due discepoli, avendolo udito parlare, seguirono Gesù. Gesù, voltatosi, e osservando che lo seguivano, domandò loro: «Che cercate?» Ed essi gli dissero: «Rabbì (che, tradotto, vuol dire Maestro), dove abiti?» Egli rispose loro: «Venite e vedrete». Essi dunque andarono, videro dove abitava e stettero con lui quel giorno. Era circa la decima ora. Andrea, fratello di Simon Pietro, era uno dei due che avevano udito Giovanni e avevano seguito Gesù. Egli per primo trovò suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» (che, tradotto, vuol dire Cristo); e lo condusse da Gesù. Gesù lo guardò e disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; tu sarai chiamato Cefa» (che si traduce «Pietro»). Il giorno seguente, Gesù volle partire per la Galilea; trovò Filippo, e gli disse: «Seguimi». Filippo era di Betsàida, della città di Andrea e di Pietro. Filippo trovò Natanaele e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè nella legge e i profeti: Gesù da Nazaret, figlio di Giuseppe». Natanaele gli disse: «Può forse venir qualcosa di buono da Nazaret?» Filippo gli rispose: «Vieni a vedere». Gesù vide Natanaele che gli veniva incontro e disse di lui: «Ecco un vero Israelita in cui non c'è frode». Natanaele gli chiese: «Da che cosa mi conosci?» Gesù gli rispose: «Prima che Filippo ti chiamasse, quando eri sotto il fico, io ti ho visto». Natanaele gli rispose: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d'Israele». Gesù rispose e gli disse: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto il fico, tu credi? Tu vedrai cose maggiori di queste». Poi gli disse: «In verità, in verità vi dico che vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sul Figlio dell'uomo».

(Giovanni 1,35-51)

 

Leggi le altre preghiere