Per favore, non sposarti senza curare le tue ferite.

Print Friendly, PDF & Email

Per favore, non sposarti senza curare le tue ferite

È importante curare le ferite emotive prima di sposarsi

Sant’Agostino disse che quando un uomo scopre i suoi difetti, Dio li copre; quando li nasconde, Dio li scopre; quando li riconosce, Dio li dimentica. 

E aggiungo che oltre a dimenticarli li guarisce e in che modo!

Credo che avrei evitato molti mal di testa e sono certo che non avrei mai divorziato se durante la mia gioventù e prima di sposarmi qualcuno mi avesse parlato delle ferite emotive e mi avesse insegnato come guarirle.

È più, non solo io, ma la stragrande maggioranza delle coppie. 

Oggi c’è una grande crisi d’amore tra i matrimoni e non penso che sia tanto per la mancanza di questo, ma perché sono venuti all’altare con un’affettività molto ferita.

Vale a dire, entrambi hanno portato un’enorme volontà di amarsi, ma hanno anche portato con sé la loro buona dote di ferite e sono quasi certo che non avevano idea di essere trasportati. 

Immagino che siano coppie che credevano che l’amore che avevano avrebbe raggiunto per tutta la vita. E sì, lo raggiunge perché l’amore, oltre ad essere un atto di volontà, proviene da una fonte inesauribile: Dio.

Ma è anche una realtà che quando il cuore è ferito, ama l’unico modo in cui sa come farlo e in genere non è il più salutare o appropriato e finisce col danneggiare quello che ama di più. Dopo che il testamento è malato e buono, sappiamo già cosa succederà.

Per questo vorrei dire a quelli che stanno per sposarsi che non sono in regola per frequentando un corso prematrimoniale per soddisfare il requisito e potersi sposare. No! Andate oltre .

Un matrimonio sano inizia con un forte corteggiamento. L’uomo e la donna arrivano al corteggiamento con un fardello di storia che di solito porta ferite.

Sono ferite che devono essere riconosciute e sanate per poter amare pienamente. Solo così puoi goderti un amore sano.

La singolarità è lo stadio ottimale per guarire interiormente . In questo modo, con un cuore il più sano possibile, sarai davvero un regalo per coloro che scambiano promesse con te.

Hai a tuo favore quella risorsa preziosa e non rinnovabile: il tempo . È il palcoscenico in cui puoi lucidare per ottenere splendore; ti guarisce per dare all’altra persona il meglio di te.

Riconoscere, accettare e guarire le ferite emotive prima di formare un impegno permanente è uno degli atti più intelligenti e coraggiosi che una persona possa compiere.

È un atto di maturità e profondo amore per quella persona per cui un giorno sarai il più prezioso e importante. 

Come riconoscere le mie ferite? 

Ci sono molti segni che te le faranno scoprire:

  • Paura eccessiva, ad esempio, dell’abbandono
  • Mancanza di impegno
  • Necessità di controllo
  • Gelosia irrazionale o insicurezza
  • Bassa autostima
  • Rabbia, ansia, depressione
  • Rabbia con Dio
  • Mancanza di gioia, pace, fertilità e resilienza
  • Propensione all’aggressione fisica, verbale o emotiva
  • Dipendenza: pornografia, sostanze chimiche, alcol, giochi, ecc.
  • Tendenza all’infedeltà
  • Difficoltà a condurre una vita casta e pura o corteggiamento

Un altro punto importante è che quando stiamo male noi cerchiamo di scegliere un partner che sia adatto alle nostre esigente per aiutarci a risolvere o ad affrontare i nostri problemi.

Cioè, si cerca fuori di noi sempre quello che ci manca, cerchiamo di guarire le nostre ferite interiori con l’altro e questo è un grave errore.

Gli unici responsabili della nostra guarigione siamo noi attraverso un lavoro personale profondo e integrale, in cui Dio è incluso.

Ogni ferita che non è riconosciuta, accettata e guarita diventa autodistruttiva. 

Perché è importante curarle prima di sposarci? Per molte ragioni, soprattutto perché se non lo facciamo, le trasciniamo in matrimonio e alla fine ci spingono ad agire in modo scorretto, a cadere in infedeltà, aggressioni e / o abusi, …

Quindi è meraviglioso che vogliano sposarsi, ma prima fai un favore a te stesso in nome dell’amore: guarisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *