L’ Arcangelo San Raffaele appare durante una messa.

Print Friendly, PDF & Email

L’ Arcangelo San Raffaele appare durante una messa

La Messa della Terra è la Liturgia celebrata in Paradiso e accadono cose sorprendenti. Quando andiamo a una messa in una chiesa ci sono angeli e ci sono santi.  C’è San Giuseppe, c’è la Beata Vergine. Ma soprattutto, c’è Gesù, il Redentore. Sappiamo che almeno ci sono tanti angeli nella Chiesa come le persone frequentano.

Dal momento che ognuno ha il suo angelo custode al suo fianco per aiutarlo nelle sue preghiere e per adorare il Cristo presente nell’altare. . Oltre agli Angeli Custodi, migliaia di spiriti celesti dei cori più alti degli angeli partecipano alla Messa, adorando riverentemente il loro Signore e Dio in questo sublime mistero.

Raccontiamo qui la bellissima storia di un sacerdote devoto del Maryland al quale, nel giorno della festa della Madonna di Guadalupe, il 12 dicembre del 2000, un angelo apparve durante la messa davanti a lui e circa 200 parrocchiani.

Il prete, padre Richard Scott, 43 anni a quel tempo, della chiesa di San Giovanni Evangelista a Clinton, nel Maryland, nell’Arcidiocesi di Washington, racconta che  la giornata era iniziata chiedendo a Nostra Signora di Guadalupe conferma per una richiesta speciale che aveva fatto.

Originariamente dal Perù, Padre Scott, che dice che ha una speciale devozione agli angeli ( “nel senso cattolico, niente a che vedere con la New Age” ), recita la litania degli angeli ogni giorno ed esegue Messe Guarigione nella chiesa dedicata all’Arcangelo Raffaele.

Dice che verso le 6:45 del mattino stava pregando la Vergine.

“Madre benedetta, so che sei Nostra Signora di Guadalupe”pregava, “Sai che ti amo molto. Sei anche la regina degli angeli.  So di non essere degno, ma nel merito del tuo Figlio Gesù e della Sua Divina Misericordia, ti supplico umilmente di mandarmi a San Raffaele per darmi un segno che ciò che ho sentito nel mio cuore viene dal tuo Figlio “.

Quella sera il padre di Scott celebrò una messa in onore della Vergine di Guadalupe alle 7:30 del pomeriggio. Dice di aver passato la giornata senza pensare molto alla sua richiesta. “Me ne sono dimenticato,” dice,  “ma Dio no.”

“Stavo dicendo la preghiera dei fedeli e avevo chiuso gli occhi, poi li ho aperti e guardato per vedere le persone che pregavano, indirettamente pregavo per le mie intenzioni speciali e pregavo per un uomo malato di cancro – e per il nostro vescovo che è sempre pieno di Spirito Santo ed essere fedele al Santo Padre.

“Quando stavo dicendo “preghiamo tutti insieme … Ho alzato gli occhi e nella parte posteriore della chiesa, ho visto la signora spagnola che lavora nella nostra parrocchia che preparava i bambini per il momento dell’offertorio, portando tra i doni, un mazzo di rose e garofani per la Vergine Maria. E  proprio accanto a lei vedo questo giovanotto di circa venti anni con i capelli castano chiaro, con un grande quadro, un grande quadro in una cornice , con un viso radioso e intorno al suo corpo come un’aura . 
Aveva un aspetto diverso, ma completamente umano, molto ben vestito, con pantaloni di velluto a coste, una camicia, un maglione e una giacca di pelle scamosciata.

Era  radioso , con gli occhi scintillanti d’ amore . Irradiavano amore, e aveva un grande sorriso, come se fosse il migliore degli amici…mi sorprendeva.

Camminava come se avesse una missione per realizzare ciò che Dio voleva che facesse . Camminava lungo il corridoio con riverenza ma rapidamente. Aveva il controllo. Niente lo avrebbe fermato. Camminava come una persona normale, ma in fretta, con questa grande immagine sul lato destro ed era come se ci fosse una luce, una luce su di lui , come un’aura intorno al suo corpo, anche se il suo corpo era normale, e in tutto tutto il tempo ho avuto i miei occhi in contatto con me.

Ha riverito l’Eucaristia e me come sacerdote . Si genuflette vicino al tabernacolo e ha presentato questo dipinto . Lo ha appoggiato a un leggio sul lato sinistro. Non era lontano da me.

Gli ho detto mentre si avvicinava, “c’è qualcosa che posso fare per aiutarti? ‘ 

Era a due passi e lui la mise contro il leggio e disse: “Devi benedirlo”.
Sono rimasto scioccato
 . Anche quando ha detto: “Tu devi benedirlo. ‘ Le sue espressioni facciali non sono mai cambiate.

C’era un amore e una tenerezza completi, ma lui era lì in missione. Non potevo camminare verso di lui. Non potevo muovermi.

Qualcosa mi ha impedito di muovermi. Non riuscivo a parlare . Tutto quello che poteva fare era osservare e ricevere. 

Poi si è voltato, ancora una volta,  si ègenuflesso davanti al Santissimo Sacramento, e poi ancora a sinistra un po ‘più veloce in fondo al corridoio, ancora una volta, mi ha guardato, alzato le braccia al cielo, e ha detto , con un sorriso, come se fosse estremamente felice: “Amen, alleluia!”

È una storia di un angelo, come ce ne sono stati molti, ma con questa differenza: Padre Scott ha davvero visto sparire il misterioso straniero.

La maggior parte di coloro che hanno incontri con gli angeli descrivono uno sconosciuto che  poi  si è perso di vista, ma il sacerdote del Maryland in realtà lo ha visto scomparire.

Dopo aver detto: “Amen, alleluia” ha messo giù le braccia e non so come le porte di legno della chiesa si sono aperte, e poi è andato verso un’altra serie di porte a vetri che ci sono per accedere all’esterno
“Io l’ho visto scomparire. Ha camminato per cinque o sei passi ed è scomparso. L’ho visto scomparire.  
Scomparso poco prima di raggiungere le porte di vetro  perché non ho visto le porte di vetro aperte, poiché dall’altare mi rendo conto quando le persone lasciano la prima messa in anticipo.” Racconta sconvolto il sacerdote. 

Naturalmente, lasciamo tutto questo al vostro discernimento. Finora non abbiamo motivo di dubitare della storia e se è vera, è enorme.

Ciò ha confermato qualcosa di importante per il sacerdote, il quale afferma che  il dipinto era una replica del famoso capolavoro di Michelangelo, “La creazione”, in cui Dio sta toccando il dito di Adamo .

Ha detto che c’era un uomo in una macchina che era stato di fronte alla messa in attesa di prendere un parente, e l’uomo ha dichiarato di non aver visto nessuno entrare o uscire, nella chiesa, tanto meno il ragazzo misterioso.

I parrocchiani e gli assistenti del sacerdote,  furono anche sorpresi dalle azioni del misterioso visitatore e dal suo modo di camminare.

Padre Scott crede che il misterioso straniero sia stato l’Arcangelo Raffaele.
Dice che il dipinto aveva una costosa cornice in legno con protezioni di cartone negli angoli.
Il sacerdote ha lasciato il dipinto in chiesa per quattro giorni, in attesa di vedere se qualcuno lo reclamasse, ma nessuno lo ha fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *