Preghiera per i defunti

Offerta della Santa Messa per le Anime Purganti

Eterno Padre, rammentatevi che con infinito amore il Vostro Unigenito Figlio ha istituito il Santo Sacrificio della San-ta Messa non solo per i vivi, ma anche per i Defunti. Perciò io vi offro questo sacrificio d'Amore per l'anima di... e per tutte quelle che hanno più bisogno di soccorso, acciocchè Voi, Dio d'infinita bontà, vogliate raddolcire le loro pene e concedere presto ad esse la liberazione dal Purgatorio.

Deh, accogliete, o gran Padre delle mi-sericordie, i meriti della Vittima Divina che su questo Altare s'immola; accogliete le potentissime preghiere del Vostro Di-vin Figliuolo, ed anche le mie povere preghiere, e presto liberate dalle loro acerbissime pene le Anime Sante, del Purgatorio. Così sia.

Per il padre o la madre defunti

O Signore, che ci avete comandato di onorare il padre e la madre, Vi muova a pietà il lacrimevole stato dell'anima di mio padre (o mia madre), che forse de-solatissima geme nel Purgatorio; rimettetele ogni suo fallo e introducetela pre-sto nella gloria del Cielo.

Me pure aiutate perchè possa ritrovar-la nella chiarezza del gaudio Eterno. Ve ne prego per i meriti infiniti di Gesù Cristo Signor Nostro. Tre Eterno riposo...

Per il proprio marito o per la propria moglie

Dio di tutte le virtù, che sollevando alla dignità di Sacramento il matrimo-nio, avete insegnato a tutti i coniugi ad amarsi vicendevolmente con una carità simile a quella che lega Voi alla Vostra Sposa la Santa Chiesa, quindi a non ces-sare giammai di procurarsi reciproca-mente il vero bene; degnatevi di esaudire le preghiere che io Vi porgo per l'anima di quel (o di quella) consorte, che Voi medesimo mi avete dato a sollievo delle pene di questa misera vita, e che Voi stesso richiamaste al Vostro Seno, per insegnarmi a mettere in Voi solo la mia speranza e la mia contentezza.

Ricevete in isconto dei suoi debiti, con-tratti forse per causa mia, quel poco bene che faccio in suo suffragio e che intendo di unire ai meriti di tutti i Santi, a quelli di Maria SS., ma più di tutto ai meriti infiniti di Gesù Cristo, per liberarla al più presto possibile dalle fiamme ardenti del Purgatorio e farla volare al possesso dei gaudi eterni del Cielo. Sì, accogliete tra le Vostre braccia quell'Anima benedetta; ed ascoltando la preghiera che es-sa vi fa in mio favore, fate che io viva così santamente da meritarmi di essere a lei riunito per tutta l'eternità nella Gloria. tre Eterno riposo...

Per i fratelli e per le sorelle

Amabilissimo mio Signore Gesù Cristo, che della fraterna carità, di cui presen-taste in Voi stesso il più perfetto mo-dello, avete fatto il primo dovere ed il primo distintivo di tutti i Vostri disce-poli, liberate dalle pene che soffrono, e chiamate al possesso della Vostra Gloria i nostri fratelli e le nostre sorelle.

Voi, che Vi degnaste di diventare il nostro fratello maggiore prendendo la nostra stessa carne, ed elevandoci alla dignità di figli del Vostro Eterno Padre, non permettete che siano a lungo da Voi divisi questi minori fratelli, che con ge-miti inenarrabili Vi domandano pietà. Con i meriti infiniti della Vostra Pas-sione e della Vostra Morte avvalorate per tal modo le nostre preghiere, le nostre buone opere, i nostri patimenti, che ser-vano a scontare tutti i debiti che hanno ancora con la Vostra Giustizia. Giunti poi che saranno al possesso del Paradiso, esaudite le preghiere che porgeranno per la nostra salute al trono della Vostra mi-sericordia; affinchè possiamo godere per-petuamente della loro compagnia nella gloria, dopo avere emulata la loro rasse-gnazione e tutte le loro virtù in questa misera vita. Tre Eterno riposo...

Per i parenti e benefattori

O Signore, che vi compiacete di con-cedere facilmente e volentieri il perdono e che amate la salvezza del peccatore, volgete uno sguardo di misericordia alle Anime dei miei parenti, amici, benefat-tori; e per i meriti di Gesù Cristo, che per noi s'immola in questo Santo Sacri-ficio, per la ineffabile materna bontà di Maria, per l'intercessione di S. Giuseppe, degli Angeli, dei Santi tutti del Cielo, fate che presto si allietino nella eterna gloria del Paradiso. Eterno riposo...

Per una persona cara

Ascoltate, o Signore, le mie voci con le quali io supplico la Vostra pietà per l'Anima desiderata e cara di... che Voi avete chiamata da questa terra di esilio. Il Sangue Prezioso di Gesù, che io Vi offro in questo Santo Sacrificio, la purifichi da ogni macchia contratta nel terreno pellegrinaggio; e per la Vostra infinita misericordia degnatevi concederle refrigerio e pace, ammetterla nel consor-zio dei Santi, introdurla nella beatitudine eterna, nello splendore della Divina Vo-stra luce. Eterno riposo...

Preghiera a Maria SS. per le Anime del Purgatorio più dimenticate

O Maria, pietà di quelle povere Anime che, chiuse nelle prigioni tenebrose del luogo di espiazione, non hanno alcuno sulla terra che pensi a loro. Degnatevi, o buona Madre, abbassare su quelle ab-bandonate uno sguardo di pietà; ispirate a molti cristiani caritatevoli il pensiero di pregare per esse, e cercate nel Vostro Cuore di Madre i modi di venire pietosa-mente in loro aiuto.

O Madre del perpetuo soccorso, abbia-te pietà delle Anime più abbandonate del Purgatorio. Misericordioso Gesù, date loro il riposo eterno. Tre Salve Regina

Settina alle Anime Purganti

Deus, in adjutorium meum intende.

Domine, ad adjuvandum me festina.

Requiem aeternam dona eis, Domine.

Et lux perpetua luceat eis.

Amabile mio Gesù, Vi offro per le Anime del Purgatorio quel sacro e vivo sangue che, a forza del dolore interno, sudaste, considerando, non tanto le Vo-stre pene, quanto la vera loro causa, cioè gl'innumerevoli peccati di tutto il mondo. L'Eterno riposo...

Amabile mio Gesù, Vi offro per le Ani-me del Purgatorio quell'eccessivo dolore che vi trafisse nel vedere un Vostro di-scepolo, da Voi tanto amato e beneficato, fatto capo dei Vostri persecutori venire sfacciatamente a tradirVi con un bacio sacrilego. L'Eterno riposo...

Amabile mio Gesù, Vi offro per le Ani-me del Purgatorio la Vostra grande pa-zienza in sopportare quelle ingiurie che i vostri nemici vi fecero allorchè, aven-doVi bendati gli occhi e poi battendoVi a gara, Vi dicevano per maggiore scher-no: "Indovina chi ti ha percosso". L'Eterno riposo...

Amabile mio Gesù, Vi offro per le Ani-me del Purgatorio quell'ignominia che tolleraste nell'esser condotto e presentato al re Erode, il quale, dopo averVi orgo-gliosamente interrogato, non ricevendo da Voi risposta alcuna, Vi derise e licenziò come pazzo. L'Eterno riposo...

Amabile mio Gesù, Vi offro per le Ani-me del Purgatorio quell'eccessivo dolore che sopportaste quando Vi fu posto sul capo la crudele e tormentosa corona, e quando quei ministri spietati ve la cal-carono sulle tempia a gran forza, affinchè più nel vivo Vi trafiggesse. L'Eterno riposo...

Amabile mio Gesù, Vi offro per le Ani-me del Purgatorio quella prontezza di amore e di volontà con la quale Vi di-stendeste sopra la Croce, offrendo le mani e i piedi ai carnefici perchè fossero crudelmente trafitti; e quell'ineffabile do-lore che sopportaste, allorchè il Vostro Corpo SS. nelle parti più nervose e più sentite fu trapassato da chiodi orribi-lissimi. L'Eterno riposo...

Amabile mio Gesù, Vi offro per le Ani-me del Purgatorio quella grandissima de-solazione e tristezza da cui fu oppressa la Madre Vostra nell'assistere alla Vostra Morte; quel dolore che di nuovo le feri il Cuore, quando foste trafitto da una lancia, quelle lacrime con le quali Vi ac-colse deposto dalla Croce nelle sue brac-cia, e quei gemiti con i quali Vi accom-pagnò, quando foste portato nel sepolcro. L'Eterno riposo...

Vi offro finalmente, o amabile mio Gesù, per le Anime del Purgatorio, tutte le pene da Voi sofferte e che io ignoro; e per i meriti di esse Vi prego a perdo-narmi tutti quei peccati che per negli-genza o per ignoranza io non conosco. L'Eterno riposo...

O Gesù, perdonate le nostre colpe, pre-servateci dal fuoco dell'inferno, portate in cielo tutte le anime specialmente le più bisognose della Vostra misericordia.

Preghiera a Gesù Crocifisso

Eccomi, o mio amato e buon Gesù, che alla santissima Vostra presenza prostrato, Vi prego col fervore più vivo del mio spirito a stampare nel mio cuore senti-menti di fede, di speranza, di carità, di dolore dei miei peccati e di proponimento di non più offenderVi, mentre io con tut-to l'amore e con tutta la compassione vado considerando le vostre cinque pia-ghe, cominciando da ciò che disse di Voi il Santo Profeta Davide: "hanno forato le mie mani ed i miei piedi, hanno con-tato tutte le mie ossa". Pater, Ave, Gloria

A tutti coloro che hanno recitato la suddetta preghiera dinanzi ad una imma-gine di Gesù Crocifisso, indulgenza Plenaria se confessati e comu-nicati hanno pregato secondo l'intenzione del Sommo Pontefice. S. C. Ind. 31 Luglio 1858; S. P. Ap., 2 Febbraio 1934.

Tags