Cosa dovremmo astenerci dal mangiare il venerdì di quaresima?

Print Friendly, PDF & Email

Cosa dovremmo astenerci dal mangiare il venerdì di quaresima?

Astenersi da determinati cibi e bevande ha uno scopo spirituale.

Ma in più, il digiuno è un modo per raddoppiare la preghiera nella battaglia spirituale della Quaresima contro le tentazioni e gli affetti disordinati.

L’astensione di certi cibi aggiunge umiltà, penitenza e abnegazione.

Ma perché la Chiesa ci chiede di astenerci dal consumo di animali a sangue caldo e dei loro sottoprodotti e non di pesce?

Qual è la relazione tra il nostro squilibrio e quei prodotti?

Cominciamo col vedere l’importanza del digiuno nel combattimento spirituale che la Chiesa ci chiede di approfondire in quaresima.

Ma la Conferenza Episcopale di ogni paese può determinare come osservare sia il digiuno che l’astinenza sostituendoli con altri modi penitenziali.

Secondo il Codice di Diritto Canonico, l’astinenza è obbligatoria solo dai 14 anni , mentre il digiuno è obbligatorio per tutti coloro di età compresa tra i 18 ei 59 anni.

Ma per tutti la Chiesa raccomanda :

” Cura tuttavia pastori d’anime e genitori che sono anche educati in un autentico senso di penitenza che, non avendo raggiunto l’età non sono tenuti a digiuno e l’astinenza”.

Sono esclusi anche coloro che hanno problemi mentali, malati, fragilità fisica, donne incinte o che nutrono neonati, lavoratori in base alle loro esigenze, invitati a pasti che non possono essere scusati senza offendere gravemente causando inimicizia o altre situazioni morali o impossibilità fisica di mantenere il digiuno.

La carne considerata è la carne e gli organi dei mammiferi e del pollame. 

Zuppe o salse sono anche vietate sulla base di loro. 

È consentito il consumo di pesce, anfibi, rettili e molluschi .

Per quanto riguarda il digiuno, in breve, la Chiesa definisce questo come un pasto al giorno e due pasti più piccoli che, se sommati, non supererebbero il pasto principale in quantità.

Tale digiuno è obbligatorio il Mercoledì delle Ceneri e il Venerdì Santo .

Il digiuno si rompe mangiando tra i pasti . E le bevande come i frullati di latte potrebbero essere considerati cibo .

Le bevande alcoliche non rompono il digiuno ; tuttavia, sembrano essere contrari allo spirito di fare penitenza.

E una considerazione finale. Prima di tutto, siamo obbligati a svolgere i doveri del nostro stato di vita .

Pertanto, qualsiasi privazione che ci impedisca seriamente di svolgere il nostro lavoro, il nostro studio o il lavoro dei genitori sarebbe contraria alla volontà di Dio.

QUALI SONO LE RAGIONI PER L’ASTENIMENTO DELLA CARNE ROSSA?

Abbiamo detto che il proibito è la carne e gli organi dei mammiferi e del pollame. 

Anche le zuppe e le creme sono vietate. 

Sono ammessi pesci di mare e d’acqua dolce, anfibi, rettili e molluschi, nonché prodotti derivati da animali come la margarina e la gelatina senza sapore di carne.

Ma perché?

San Tommaso d’Aquino dà due ragioni teologiche per il divieto di carne in quaresima.

1) Primo, Cristo ha offerto la sua carne per noi sul legno della croce . 
Poiché Cristo ci ha dato la sua carne, diamo anche la nostra carne.

2) Secondo motivo di San Tommaso per “niente carne”.

Nelle sue stesse parole è:

“Il digiuno fu istituito dalla Chiesa per frenare le passioni della carne, che considera i piaceri del contatto legati al cibo e al sesso .  

Pertanto, la Chiesa ha proibito a coloro che digiunano cibi che danno più piacere al palato, e sono anche un grande incentivo per la lussuria . 

“Tali sono la carne degli animali che riposano sulla terra e quelli che respirano l’aria e i suoi prodotti, come il latte di coloro che attraversano la terra e le uova degli uccelli . 

Perché poiché tali animali sono più simili all’uomo nel corpo, offrono maggiore piacere come cibo e un cibo più grande per il corpo umano, in modo che dal suo consumo risulti un surplus maggiore disponibile per la materia seminale, che, quando è abbondante diventa un grande incentivo alla lussuria. 

Quindi, la Chiesa ha comandato coloro che digiunano per astenersi soprattutto da questi alimenti “.

Quindi gli alimenti animali a sangue caldo in genere forniscono più piacere rispetto ai cibi animali a sangue freddo. 

Quindi St. Tommaso associa il piacere del cibo al piacere del sesso.

Il nostro consumo di cibo, insegna Tommaso, influenza la nostra libido.

LA SCIENZA SOSTIENE SAN TOMMASO D’AQUINO

Il più alto testosterone porta ad una maggiore libido. È un fatto scientifico.

La Harvard Medical School ha scoperto che le donne possono aumentare la loro capacità di rispondere alla fertilità aumentando l’apporto proteico e passando al latte intero.

Vuoi abbassare il testosterone? 

Mangia più insalata, soia, zucchero, carboidrati semplici, verdure e pesce magro. Tagliare carne rossa e latticini.

Ricorda che Tommaso d’Aquino era un discepolo di sant’Alberto Magno, il primo biologo dell’Europa. 

Può sembrare medievale, ma avevano ragione al momento.

Sapevano che la fertilità umana (e la concupiscenza sessuale) sono legate al consumo di prodotti di origine animale.

COSA SUCCEDE CON ARAGOSTE O OSTRICHE?

Scrivendo nel tredicesimo secolo, Thomas riconobbe questo problema :

“Inoltre, alcuni pesci sono deliziosi da mangiare come la carne di certi animali. 

Ora la concupiscenza è il desiderio di prelibatezza “ .

Probabilmente allora una buona regola è quella di evitare l’aragosta, gli altri e altri frutti di mare sofisticati nello spirito di penitenza.

San Tommaso scrive che il consumo di carne rossa è generalmente più desiderabile del consumo di pesce .

Se ne dubiti, conta il numero di hamburger di pollo fritto, grigliate e ristoranti e confrontalo con il numero di negozi che vendono pesce.

E QUAL È IL VINO DI LUSSO?

La cosa delle aragoste è molto simile al vino di lusso.

La Chiesa non proibisce di bere vino costoso durante la Quaresima, ma è contrario allo spirito della Quaresima. 

La regola generale della quaresima è il minimo indispensabile. 

Il sacrificio del cuore per l’amore per il quale offriamo penitenza un po ‘nascosto a Cristo (come mangiare insalate e verdure e non l’aragosta il venerdì), porta gioia al Suo cuore e grazia per le nostre anime.

La maggior parte delle persone non mangia regolarmente aragosta e non consuma nemmeno vini di lusso.

Ma la maggior parte delle persone, tuttavia, mangia carne regolarmente , e la Chiesa pensa che dovremmo fare più sacrifici in questo senso il venerdì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *