Una potente storia miracolosa dello Scapolare che vale la pena di raccontare.

Print Friendly, PDF & Email

Una potente storia miracolosa dello Scapolare che vale la pena di raccontare.

Una storia dello Scapolare che merita di essere raccontata avvenne nel 1845.

Entro la fine dell’estate di quest’anno, la barca inglese “King of the Ocean” si trovò improvvisamente nel bel mezzo di una violenta tempesta. Il vento e il mare agitarono la nave senza pietà; e un pastore protestante con moglie, figli e altri passeggeri riuscì a raggiungere il ponte dove chiedevano a Dio pietà e perdono per i loro peccati, perché tutti sembravano morire.

Tra l’equipaggio c’era un giovane irlandese, John McAuliffe. Vedendo la gravità della situazione, aprendo la sua maglietta, il giovane afferrò il suo Scapolare, lo estrasse e, tirando il Segno della Croce sopra le onde che si infrangono, lo gettò in mare.

Proprio in quel momento, il vento si placò. Solo un’altra ondata spazzò il ponte: portò con sé lo Scapolare che giaceva ai piedi del ragazzo. Durante tutto questo tempo, il pastore protestante (il signor Fisher) non mancò di osservare attentamente i movimenti del giovane e quindi l’effetto miracoloso di ciò che aveva fatto.

Chiese al giovane perché doveva tutto questo e da lui apprese della Beata Vergine e del suo Scapolare. Il signor Fisher e la sua famiglia erano così colpiti che erano decisi a convertirsi alla Chiesa cattolica il prima possibile in modo da poter godere della stessa protezione dello Scapolare di Nostra Signora.

* * *

PREGHIERA

O Beata e Immacolata Vergine Maria, onore e splendore del Carmelo. Tu che guardi con speciale gentilezza coloro che portano il tuo benedetto scapolare. Guardami bene, e coprimi con il manto della tua protezione materna. Rafforza la mia debolezza con il tuo potere. Accendi le tenebre del mio spirito con la tua saggezza. Aumenta in me la fede, la speranza e la carità. Inonda la mia anima con le grazie e le virtù che ama il vostro Divin Figlio. Non lasciarmi mai durante la mia vita. Confortami nel momento della mia morte con la tua presenza amorevole e mi presentami alla Trinità come un  tuo figlio e devoto servitore. Voglio arrivare là in cielo ed  elogiarti e benedirti per tutta l’eternità. Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *