Si sveglia dal coma dopo 12 anni: accanto a lui la mamma ormai 75enne.

Print Friendly, PDF & Email

Si sveglia dal coma dopo 12 anni: accanto a lui la mamma ormai 75enne.

E’ accaduto a Shougang, in Cina, una donna ha accudito suo figlio in coma per ben 12 anni, spendendo tutti i suoi risparmi, indebitandosi per 15mila euro, restando accanto a lui senza lasciarlo mai.

Nel 2006 la loro vita era stata devastata da un incidente automobilistico, Wang Shubao aveva 36 anni ed era rimasto tetraplegico e in coma.

Aveva perso il padre da piccolo e gli rimaneva solo la madre e lei Wei Mingying non lo ha abbandonato un solo istante in tutti questi anni.

Ogni mattina, per 12 anni, si è svegliata alle cinque, curava, lavava, nutriva il suo “bambino” in coma e completamente paralizzato. Lo massaggia per scongiurare le piaghe di decubito, si privava di tutto per risparmiare il denaro necessario alle sue cure.

C’è stato un tempo – spiega la donna al Mail Online – in cui non ho mangiato per un mese intero perché non avevo soldi. La mia bocca e la mia lingua erano completamente asciutte. Volevo solo bere acqua”.

Questa mamma nel corso degli anni ha perso 20 chili arrivando a pesarne solo 30, ha fatto sacrifici inimmaginabili, non lasciandolo solo un attimo, non perdendo mai la speranza di rivederlo sveglio.

E lui si è svegliato, il miracolo è avvenuto davvero, dopo 12 anni Wang Shubao ha riaperto gli occhi.

Shubao non riesce a parlare né a muoversi, ma sorride alla sua mamma. “Sono felice – ha concluso la donna – e spero che un giorno riesca di nuovo a chiamarmi mamma”.

Una testimonianza forte che da tanta speranza a chi vive tragedie come queste, un monito a chi pensa che la vita del malato vada eliminata perchè oramai inutile. Dio fa cose grandi, nulla è impossibile a Lui, si può uscire dal coma, anche dopo anni, si può tornare a sorridere, ad amare e a vivere di nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *