Quando Gesù parlò della fine del mondo con Padre Pio.

Print Friendly, PDF & Email

Quando Gesù parlò della fine del mondo con Padre Pio.

12 messaggi sull’Apocalisse furono rivelati all’umile mistico. Molti non lo sanno, ma Padre Pio, tra molti altri doni, ne ha avuto uno molto speciale: quello della profezia.

Anche il Signore Gesù Cristo ha comunicato con lui. In una lettera del 1959 indirizzata al suo superiore, Padre Pio racconta la rivelazione che Gesù gli aveva fatto della fine del mondo. La lettera è lunga.

Pertanto, pubblicheremo solo un estratto con 12 messaggi tratti dal libro “I grandi profeti” di Renzo Baschera.

-Il mondo sta camminando in rovina. Gli uomini hanno abbandonato la strada giusta per avventurarsi in modi che finiscono nel deserto della violenza. Se non berrete di nuovo alla fonte dell’umiltà, della carità e dell’amore, sarà una catastrofe.

Verranno cose terribili. Non posso più intercedere per gli uomini. La pietà divina sta per finire. L’uomo è stato creato per amare la vita e ha finito per distruggere la vita …

Quando il mondo fu affidato all’uomo, era un giardino. L’uomo lo ha trasformato in un’atmosfera piena di veleno. Nulla ora serve a purificare la casa dell’uomo. Ci vuole un lavoro profondo, che può venire solo dal cielo.

Preparatevi a vivere tre giorni nel buio più totale. Questi tre giorni sono molto vicini. E in questi giorni, gli uomini rimarranno morti, senza mangiare né bere. Allora la luce tornerà. Ma molti saranno gli uomini che non vedranno l’estate.

Fiumi di  persone che fuggono spaventate. Correranno senza un obiettivo. Diranno che c’è la salvezza in Oriente e la gente ci andrà. Ma cadranno su un precipizio. Diranno che nell’Est c’è la salvezza e la gente ci correrà. Ma cadranno in un forno.

-La terra tremerà e il panico sarà grande. La terra è malata. Il terremoto sarà come un serpente: lo sentiranno strisciare su tutti i lati. E molte pietre cadranno. E molti uomini periranno.

-Siate come formiche, perché verrà il momento in cui gli uomini litigheranno per una briciola di pane. I negozi saranno saccheggiati, i magazzini saranno presi d’assalto e distrutti. Povero sarà uno che, in questi giorni bui, è senza candela, senza un bicchiere d’acqua e senza il necessario per tre mesi.

Una terra scomparirà … una grande terra. Un paese verrà cancellato per sempre dalle mappe. E con esso gli uomini saranno portati al fango, alla storia e alla ricchezza.

L’amore dell’uomo sarà trasformato in parole vuote. Come puoi aspettarti che Gesù ti ami, se non ami nemmeno quelli che mangiano al tuo tavolo? Dall’ira  di Dio non saranno risparmiati gli uomini di scienza, ma gli uomini di cuore.

Sono disperato. Non so cosa fare perché l’umanità si penta. Se continui su questa strada, la tremenda ira di Dio si scatenerà come un raggio tremendo. Una meteora cadrà sulla terra e tutto sussulterà. Sarà un disastro, molto peggio di una guerra. Molte cose saranno cancellate. E questo sarà solo uno dei segni …

Gli uomini vivranno un’esperienza tragica. Molti saranno trasportati dai fiumi, altri saranno bruciati dal fuoco, molti saranno sepolti dai veleni. Ma io mi terrò vicino ai puri di cuore.

In effetti, sono messaggi che ci fanno riflettere.

Ma quando sarà questo giorno? La risposta è nella Bibbia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *