Preside vieta le preghiere e i bambini entrano a scuola con il rosario al collo.

Print Friendly, PDF & Email
Una grande, pacifica protesta….stamattina i bambini della scuola dell’infanzia ed elementare Ragusa Moletti di Palermo, sono entrati in classe con il rosario al collo. 
E’ questa la risposta di tutti gli studenti al loro preside Nicolò La Rocca, che con una circolare pubblicata ieri, impedisce di fatto a tutti gli insegnanti di far recitare le preghiere ai bambini sia nell’ora di religione che durante la merenda.

Lo stesso preside non soddisfatto della circolare, ha fatto spostare in bagno una piccola statua della Madonna e tutte le immagini religiose presenti nella scuola compresa quella del Papa.  La circolare con l’ordine del preside interesserà tutti i bambini dai tre ai sei anni, della centrale Ragusa Moletti e delle due succursali: Sunseri ed ex Pestalozzi.

“Non intendiamo arrenderci e non siamo disposti a subire queste direttive. Il preside prima di arrivare a queste decisioni poteva almeno consultarci” affermano alcuni genitori.

Non esistono commenti per questa notizia, una sola persona, avvalendosi della sua posizione di comando, annulla il credo e la religione di intere famiglie e di bambini così piccoli?

Cosa avrà capito quel preside vedendo quel piccolo pacifico esercito armato solo di quel piccolo rosario al collo?

Padre Pio disse un giorno ad un suo confratello, “prendimi l’arma” e il fraticello allibito chiese “ma quale arma???” e Padre Pio rispose “…il Rosario” ed è veramente questa la nostra unica arma, la più forte, come ci raccomanda la Vergine Maria, per affrontare situazioni assurde come questa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *