La Vergine di Guadalupe a Hobbs piange di nuovo.

Print Friendly, PDF & Email

La Vergine di Guadalupe a Hobbs piange di nuovo.

Un’inchiesta ha determinato che le lacrime che una statua di bronzo della Vergine di Guadalupe riversava nella chiesa a lei dedicata nella città di Hobbs, diocesi di Las Cruces, nel Nuovo Messico (Stati Uniti), erano fatte di olio come quello benedetto nella messa crismale, il giovedì santo.

Secondo i ricercatori, era olio d’oliva, ma con altre essenze, simile a quello usato nei sacramenti dell’unzione, che ha fatto alzare le sopracciglia agli scettici e dire che era, sicuramente, uno stratagemma per attirare le persone in chiesa.

Ma il sospetto, per il momento, è crollato miseramente. Come riportato dal News Las Cruces Sun, informazioni riecheggiando Il Hobbs News-Sun, la statua della Madonna di Guadalupe ancora una volta versato lacrime, questa volta con la sicurezza generale e la presenza di molte più persone rispetto alla prima volta che questo evento è stato segnalato.

I fedeli di Hobbs sostengono di aver visto la Vergine versare di nuovo lacrime sabato primo di settembre. I parrocchiani di Hobbs dicono che è la prima volta in più di tre mesi che piange ed è la quarta volta in totale che Nostra Signora di Guadalupe ha versato lacrime.

Las Cruces Vescovo Oscar Cantú, ha detto ai giornalisti che se gli investigatori hanno stabilito che la Chiesa è un fenomeno soprannaturale, le autorità ecclesiastiche “devono discernere se si è una cosa che viene da Dio … o il diavolo” .

Piuttosto lacrime vere

“La statua è di bronzo, ha detto mons. Cantu quando ha fornito i dettagli dell’indagine la settimana scorsa, e all’interno, dopo essere stata esaminata, non è stato trovato nulla che potesse aver creato liquido. C’erano solo  ragnatele all’interno del cavo … I campioni liquidi raccolti dalla statua sono stati inviati ad un laboratorio per l’analisi chimica. ”

La notizia di altre lacrime della Vergine si è diffusa molto rapidamente oltre la città di Hobbs, una città di 34.000 abitanti situata molto vicino al confine con lo stato del Texas, nel sud degli Stati Uniti. Molti fedeli del Texas, ad esempio della città di Kermit, sono venuti in chiesa per ringraziare la Vergine di Guadalupe.

Mentre alcuni fedeli pensano che sia un avvertimento su possibili catastrofi a venire, altri, la maggioranza, vedono in queste lacrime un segno grande per l’America, un segno di sofferenza per la sofferenza degli immigrati al confine tra Messico e Stati Uniti, principalmente quello dei bambini separati dalle loro famiglie, a seguito delle politiche migratorie dell’attuale amministrazione federale statunitense.

O forse a causa della crisi in cui la Chiesa negli Stati Uniti è sommersa dall’abuso sessuale di alcuni sacerdoti contro i minori e dall’occultamento delle loro azioni da parte dei vescovi …

Sia come sia, il fatto è che i testimoni dell’evento di sabato hanno ripetuto quello che altri testimoni hanno detto in precedenti occasioni: che a loro, le lacrime che scorrono dagli occhi della statua di bronzo della Vergine di Guadalupe di Hobbs, sembrano “abbastanza reali”.

Ricordiamo che la prima lacrimazione della Madonna era avvenuta il 20 maggio durante la messa http://nelcuoredigesu.it/eccodomenica-20-maggio-lacrime-dalla-statua-della-madonna-di-guadalupe-durante-la-messa/ , subito la notizia si era sparsa in tutto il mondo e, malgrado le analisi di laboratorio e la prudenza degli organi ecclesiastici, è stato subito chiaro che l’evento era di origine soprannaturale, la gente con tanta fede ha creduto subito ed è arrivata a fiumi per pregare davanti alla Vergine Maria.

Questa nuova lacrimazione è avvenuta il 1 settembre, primo sabato del mese, giorno dedicato al Cuore Immacolato di Maria….un caso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *