-La Vergine a Medjugorje ha provveduto a me e al mio bambino.

Print Friendly, PDF & Email

-La Vergine a Medjugorje ha provveduto a me e al mio bambino.

Ci sono molte cose che sono cambiate nella mia vita da quando sono andata a Medjugorje …

Il mio secondo viaggio è avvenuto a Pasqua 2005, ero incinta del mio primo figlio Santiago, ed ero con i miei fratelli e parecchi amici. Mio marito per motivi di lavoro non era potuto venire. Per il mio “stato” non potevo salire sul Krizevac fin sotto la croce bianca, troppo faticoso e troppo pericoloso per una donna incinta, quindi è stato un pellegrinaggio molto diverso.

Quindi un pellegrinaggio “tranquillo”, nessuna di quelle “follie” che facciamo di solito noi giovani amanti della Vergine a Medjugorje. Quindi restavo molto tempo a pregare nella chiesa di San Giacomo, al Cristo risorto e nei dintorni.

Il secondo giorno, mentre pregavo davanti al Cristo risorto, sentivo dentro di me una strana sensazione.

Ho aperto il Vangelo e ho letto ciò che il Signore voleva dirmi, il brano biblico diceva: “va’, vendi quello che hai e dàllo ai poveri e avrai un tesoro in cielo”, …un “dai tutti i tuoi soldi e vedrai che mi prenderò cura di te…”

Quell’idea era costantemente sospesa nella mia mente e nel mio cuore.

Quel pomeriggio siamo andati ad incontrare padre Jozo. Quando il Padre finì la sua predicazione, ci informarono che all’uscita avrebbero raccolto ciò che i pellegrini potevano donare per l’opera diretta da Padre Jozo. Ho sentito che era dove dovevo lasciare tutto, e così ho fatto … ho strappato la mia cintura da viaggio, ho tirato fuori tutti gli euro che avevo e non mi è rimasto nulla! Ero pazza?

Dopo questo sono salita sull’autobus e ho avuto molta pace. Avevo ancora 10 giorni di viaggio, in cui avrei dovuto attraversare aeroporti, pranzi, ecc., Anche se ero in viaggio con pensione completa già pagata, ma andiamo! … è un viaggio! Uno può avere battute d’arresto, vuole prendere un taxi! Ma non avevo più niente! Eravamo mio figlio nel mio grembo e io … Nei 10 giorni di viaggio NON HO MAI PERSO NULLA! Certo che dovevo sacrificarmi, non potevo andare con tutti a mangiare una pizza, Dovevo cenare negli ostelli dove avevamo il cibo pagato, a piedi, invece di prendere un taxi!

Ricordo il giorno in cui avremmo parlato con Sr. Emmanuel, pioveva a Medjugorje e tutti mi hanno detto: andiamo in taxi! Sono andata nella mia stanza a cercare l’ombrello, mentre camminavo e l’ho aperto, è caduta una moneta da 2 euro. Ho preso un taxi con altre 4 persone e quando siamo arrivati a destinazione abbiamo dovuto pagare 10 euro!

Costo: 2 euro ciascuno … Tutto è stato così dal giorno in cui ho dato via tutti i soldi che avevo … ho messo il mio cuore nelle mani di DIO. Nessuno si è reso conto che non avevo soldi. Quando siamo tornati a casa e ho raccontato la mia testimonianza, tutti sono rimasti a bocca aperta.

Dio mi ha preparato così, perché dopo 3 mesi sono arrivata in Uruguay abbiamo deciso che ci saremmo trasferiti all’interno dove mio marito ha lavorato, lasciando tutto a Montevideo: lavoro, amici, gruppo di preghiera, TUTTO! Ma oggi, 7 anni dopo, viviamo a Lascano, abbiamo 3 figli, una bella famiglia e ti assicuro che DIO ci ha donato cento per uno!

Che Dio vi benedica,

Mariana Amonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *