La preoccupante apparizione della Vergine Maria a una bambina di 3 anni.

Print Friendly, PDF & Email

La preoccupante apparizione della Vergine Maria a una bambina di 3 anni. La piccola Sara Mariucci, morta tragicamente nel 2006, è al centro di uno studio diocesano preso molto sul serio.

I misteriosi eventi che hanno avuto luogo prima e dopo la tragica scomparsa di Sara Mariucci il 5 agosto 2006, suscitano molte emozioni a Gubbio, in Umbria, da dove proviene la bambina di 3 anni. Per dodici anni le autorità ecclesiastiche locali hanno esaminato regolarmente i documenti portati nel fascicolo di Sara, contenente la sua storia e le grazie ricevute dalla sua intercessione sin dalla sua morte.

La ragazza non è abbastanza vecchia per aspirare alla beatificazione. Ma la diocesi di Gubbio prende molto a cuore questa storia, a cominciare dal padre francescano Francesco Ferrari, l’uomo chiave dell’indagine, responsabile per l’approvazione del caso da parte del Vescovo dell’epoca, mons. Mario Ceccobelli. Sara Mariucci è nata il 31 dicembre 2002. È morta il 5 agosto 2006, fulminata da un cortocircuito causato da un giocattolo durante una vacanza con i suoi genitori. Il giorno prima aveva raccontato a sua madre un incontro che avrebbe avuto qualche giorno prima con la sua “mamma Morena”, in seguito identificata come la Vergine Nera di Copacabana – la “Virgen Morena” o “Vergine della Candelaria” , santo patrono della Bolivia …

 

Una vergine in Bolivia

Anna non aveva mai sentito parlare di questa “Morena” e nessuno nella sua famiglia o negli amici aveva questo nome. Questa storia la tormenta. Lo riporta a suo marito. La mattina dopo, mentre sono sulla spiaggia, la piccola parla di questa “Mama Morena” che le piace e che è pronta a seguire quando lascia sua madre, aveva commentato il giorno prima Pochi minuti dopo, il fatale corto circuito. Arrivano i soccorsi, ma non c’è più niente da fare, la piccola Sara muore. Un dramma terribile. I suoi funerali si sono svolti il 7 agosto a Gubbio .

Il giorno dopo i funerali, il papà di Sara, Michele, decide di cercare su Internet. Vuole sapere da dove viene il nome “Morena”. Scopre che in Bolivia, esattamente a Copacabana, c’è un santuario dedicato alla “Virgen Morena”, che era appunto il festival il 5 agosto, giorno del dramma. Si decide, nel settembre 2006, che la famiglia voli per un pellegrinaggio al santuario. Tornerà con una statua della “Virgen Morena” per la loro parrocchia a Gubbio.

Incessante il pellegrinaggio sulla tomba della piccola, dove si registrano grazie e guarigioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *