Il disastro aereo del Messico e il sacerdote che pregava durante il decollo prima della caduta.

Print Friendly, PDF & Email

Il disastro aereo del Messico e il sacerdote che pregava durante il decollo prima della caduta.  

Sconvolgente il miracolo che è avvenuto nel disastro aereo del Messico, la salvezza di tutti i passeggeri e nessun morto. Forse è stato uno dei pochi disastri che ha avuto questo epilogo e difficilmente un aereo che cade riporta a terra tutti i passeggeri vivi. Ma in questa storia c’è qualcosa che vale la pena di essere raccontato. Un sacerdote e la sua preghiera prima del disastro.

Un Testimone ha detto di aver visto il prete “fare una breve preghiera durante il decollo l’aereo” poco dopo la caduta, questo martedì

Il volo Aeromexico 2431 si è schiantato minuti dopo il decollo dalla dall’aeroporto Guadalupe Victoria , Durango, Messico, verso la capitale, con 99 passeggeri e 4 membri dell’equipaggio. notizie di stampa locale indicano 12 feriti in condizioni critiche, ma i social network hanno denominato l’evento come ” il miracolo di Durango “, perché, a sorpresa, tutte le 103 persone a bordo è sopravvissuto l’incidente aereo e il fuoco che ha avuto inizio in pochi minuti.

Tra i sopravvissuti c’è un prete cattolico: p. Ezequiel Sánchez , decano del Santuario di Nostra Signora di Guadalupe a Des Plaines, Chicago, Stati Uniti.

Un testimone che è sfuggito alla morte nell’incidente ha riferito di aver visto p. Sánchez ” fare una breve preghiera quando è decollato l’aereo ” poco dopo la caduta.

Secondo p. Manuel Padilla, Vice Rettore del Santuario di Chicago, p. Sánchez ” sta bene e ci chiede di pregare per lui e per gli altri passeggeri che erano sull’aereo “.

The Standing. Ezequiel Sanchez, che ha subito un braccio rotto e rimane ricoverato in ospedale, è stato ordinato nel 1995. Il figlio di genitori messicani immigrati, nativi di Durango, è nato a Chicago e spesso rappresenta la comunità cattolica locale in articoli e programmi televisivi.

Dio salva, sempre, affidiamoci a Lui prima di ogni viaggio, Lui manderà i suoi angeli a custodirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *