Guatemala: La bambina trovata miracolosamente viva tra la lava del vulcano.

Print Friendly, PDF & Email

Guatemala: La bambina trovata miracolosamente viva tra la lava del vulcano.

La bambina appariva sana e salva nel mezzo dell’area devastata dalla lava e dalle ceneri.

Mentre il Guatemala vive con il cuore straziato dalla terribile eruzione del Vulcano di Fuoco , che ha già provocato 50 morti e porta una lista di 200 feriti , l’azione delle squadre di soccorso ha offerto ieri una delle immagini più promettenti e piene di speranza

Uno degli uomini che lavora nel lavoro di soccorso è riuscito a trovare e a  salvare una bambina in perfetta salute da un edificio immerso nelle ceneri del vulcano . L’emozione non potrebbe essere più forte, pensando a tutto ciò che circonda quella situazione in questo momento.

La bambina  è stata immediatamente trasferita in una clinica ambulatoriale per un esame medico . I medici hanno accertato che non  aveva sofferto alcun trauma o problemi respiratori a causa dei gas rilasciati dal Vulcano di Fuoco.

Quasi 2 milioni colpiti

Il Guatemala, uno dei paesi più poveri delle Americhe, sta subendo una grave battuta d’arresto nel centro-sud del paese, con circa 2 milioni di persone colpite. Il compito dei soccorritori è straziante, i corpi bruciati, calcificati non permettono il riconoscimento.  Pochi infatti sono quelli che hanno avuto un nome e una sepoltura, il resto non è identificato o è ancora sepolto.

In tutta questa disperazione, trovare una bambina ancora in vita e in buone condizioni è stata per tutti una boccata d’ossigeno, soccorritori, autorità, cittadini tutti hanno avuto la prova che si possono ancora salvare vite umane malgrado le difficoltà e le continue evacuazioni nelle quali operano le squadre.

Con l’apparizione della bambina, le squadre di assistenza alle vittime (che in molti casi rischiano la vita) lavorano con rinnovata speranza, ma il dolore è tanto e anche il lavoro di soccorso è troppo difficile perchè l’eruzione di un vulcano è tra le più difficili situazioni che ogni essere umano può affrontare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *