Gli chiedono di togliere il rosario dall’autobus, Franco rifiuta e allora cercano di farlo licenziare. 

Print Friendly, PDF & Email

Gli chiedono di togliere il rosario dall’autobus, Franco rifiuta e allora cercano di farlo licenziare. Sconcertante quello che è accaduto a Roma a un autista di una società privata che di solito accompagna i pellegrini nei siti storici, religiosi e archeologici della capitale.

Premesso che gli italiani difficilmente esprimono apertamente la loro fede o la difendono, non vanno in giro a gridare ai quattro venti “Noi siamo cristiani!”, capita spesso, specie nel centro Italia dure reazioni verso chi offende la propria fede. 

Franco oggi è un uomo teso e preoccupato per il suo futuro: 

“La compagnia mi ha chiesto di accompagnare un gruppo di persone in un viaggio fuori Roma per una settimana, quindi il guadagno dell’autobus sarebbe elevato, ma l’azienda ha perso tutto per causa mia, e penso che il capo dell’azienda mi licenzierà.

Una volta che il gruppo è entrato nel bus, alcuni di loro hanno notato un rosario appeso a mi hanno chiesto di toglierlo.  A loro non importa la religione e la Chiesa, sono venuti a Roma in un viaggio di arte e ingegneria non si preoccupano né vicino né lontano dalla religione, ma il rosario non volevano vederlo.

Mi sono rifiutato di rimuovere il rosario, nessuno mi ha chiesto in 30 anni in questo lavoro di rimuovere il rosario. Sono scesi tutti dall’autobus e si sono rifiutati di salire fino a che non fosse stato tolto il mio rosario.  

Io mi sono opposto, mi sono rifiutato e loro hanno chiamato il presidente della mia azienda per farmi licenziare, ma dopo che hanno parlato con il mio capo si sono arrabbiati ancora di più, hanno abbandonato tutto e se ne sono andati. Non so cosa abbia risposto loro il mio capo, ma so che abbiamo perso 5.000,00 euro per questo viaggio e sono sicuro che sarò licenziato. “

Il capo di Franco è stato chiamato al telefono per sapere la sua versione dei fatti e ha risposto così:

 “Sono orgoglioso di Franco, la nostra fede non può essere toccata e non mi interessa quanto la compagnia abbia perso denaro. Non ho parlato con Franco,  deve stare tranquillo, ci sono cose più importanti di quei 5000,00 euro per me. Nessuno può chiederci questo solo perchè non è religioso come noi e nessuno può imporci il suo parere in nome della tolleranza. Nessuno può cambiare quello che noi crediamo”.

Questo oggi ci fa felici, Franco non ha perso il lavoro perchè ci sono ancora persone che non compromettono la propria fede per niente al mondo, neanche per denaro. 

Un pensiero riguardo “Gli chiedono di togliere il rosario dall’autobus, Franco rifiuta e allora cercano di farlo licenziare. 

  • aprile 10, 2018 in 2:24 pm
    Permalink

    Bene, bene, alabado sea el santísimo Rosario.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *