Il più antico santuario al mondo di San Giuseppe e la sua immagine miracolosa.  

Print Friendly, PDF & Email

Il più antico santuario al mondo di San Giuseppe e la sua immagine miracolosa.  Il più antico santuario dedicato a San Giuseppe si trova in Polonia dove si venera un’immagine miracolosa, a cui si attribuiscono centinaia di guarigioni. Quest’anno, è possibile ottenere un indulgenza plenaria visitando questo posto e dopo aver soddisfatto le condizioni prescritte. La stessa indulgenza è concessa ai fedeli che a causa della vecchiaia, malattia o altro motivo valido (ad es. la mancanza di denaro) non possono andare al santuario polacco pregando e rispettando le condizioni indicate.

La prima domenica di Avvento nel 2017 è iniziato l’Anno straordinario di San. Giuseppe Kaliski. Quest’anno durerà  fino al 6 gennaio 2019. Quindi c’è ancora molto tempo per approfittare dei doni soprannaturali (favori) che sono abbondanti in quest’anno.

L’immagine miracolosa presenta in questo santuario rappresenta una Santa famiglia del 1670 donata da un abitante del villaggio di Szulec, di nome Stobienia, per ringraziare San Giuseppe della sua miracolosa guarigione da una paralisi. Alcuni anni dopo nel 1673, il primo miracolo legato al dipinto Stanisław Bartochowski, un nobile, ricevette un’insolita grazia.

Si arrivarono a 500 guarigioni. Di conseguenza, nel 1767, il dipinto di Kalisz fu considerato “famoso per i favori”, e tre anni dopo fu “miracoloso” . Grazie a questo  molti pellegrini che vengono a Kalisz in città ed è in effetti il più antico santuario di San Giuseppe esistente. Per quanto riguarda le dimensioni, è attualmente il secondo al mondo (dopo Toronto) e il primo in Europa. Aggiungiamo che fu accolto con numerose prove di apprezzamento da parte dei Papi,  anche Giovanni XXIII offrì al santuario il suo anello .

Il privilegio di una fiera indulgenza. In questo anno santo, si può ottenere l’indulgenza piena, vale a dire l’ esenzione dalle pene temporanee (di solito purgatorio) per i peccati già dati grazie al sacramento della confessione.In occasione dell’anno santo dedicato a San Giuseppe in questo santuario,  possiamo ottenere l’indulgenza quando da  pellegrini (e non solo da turisti curiosi) partecipiamo alle celebrazioni e preghiamo per queste quattro intenzioni, che corrispondono alle umili richieste polacche, davanti all’immagine miracolosa:

rinnovare la nostra fedeltà alla vocazione cristiana

-pregare per i sacerdoti e i religiosi

-pregare per le nuove vocazioni

-pregare per le famiglie ponendole tutte sotto la protezione della Santa Famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria.

Se i fedeli a causa della vecchiaia, malattia o altro motivo valido (ad es. la mancanza di denaro) non possono andare al santuario di  Kalisz, possono ottenere l’indulgenza prevista, pregando per queste 4 intenzioni intervallate da un Padre, Ave e Gloria, davanti all’immagine miracolosa, “offrendo al misericordioso Dio la propria sofferenza e disagio che ha impedito il pellegrinaggio al santuario di Kalisz“

E qui arriva la dimensione globale dell’Anno Straordinario di San. Giuseppe. Prima della sua immagine, puoi pregare ovunque: non solo in Polonia, ma anche in qualsiasi parte del mondo. Naturalmente, sia i sani che gli ammalati dovrebbero ricordare che per ricevere l’indulgenza di “Giuseppe”, bisogna soddisfare le consuete condizioni per ottenere l’indulgenza . Cioè, fare una confessione, ricevere una santa comunione e pregare per le intenzioni del Papa. L’ultima condizione significa che si dovrebbe dire una preghiera per questa intenzione che il Santo Padre affida a tutta la Chiesa in un dato mese.

Queste pratiche (confessione, comunione e preghiera) dovrebbero essere eseguite il prima possibile, ricordando di collegarle con l’indulgenza. E ricordiamo una condizione più importante dell’indulgenza: la rinuncia a qualsiasi peccato , cioè la mancanza di accettazione interna di una qualsiasi delle proprie cattive azioni.

Certo, è meglio ottenere l’indulgenza e celebrare l’anno di San. Giuseppe  Kaliski, con lui. E così, se possiamo, veniamo al luogo in cui si trova il dipinto, cioè alla Basilica collegiata dell’Assunzione di Maria Vergine al pl. Kilińskiego a Kalisz e festeggia lì. E se non possiamo ospitare San Giuseppe festeggiamo il suo Anno dove siamo. Cerchiamo di vincere le indulgenze e ricordiamo il nostro santo: preghiamo spesso e leggiamo di lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *