Gesù ha detto che non esiste una novena migliore di questa (e ha solo 11 parole)

Print Friendly, PDF & Email

Gesù ha detto che non esiste una novena migliore di questa (e ha solo 11 parole).  Chiedo a Dio tutto ciò di cui ho bisogno. Molto. A volte sembra che questo sia costante e continuo a dire, dal mattino alla sera, “Signore, per favore, daglielo” o “Ne ho bisogno”. Spesso i miei bisogni si diffondono anche alle conversazioni con gli amici. Ti chiedo sempre di pregare nel mio nome per vari scopi.

Anche se cerco di non lasciare che i miei bisogni siano l’unico obiettivo della mia preghiera, questo è quasi inevitabile. Tanto che a volte mi chiedo se non sarei molto bisognoso.

E arrivo alla seguente conclusione: siamo tutti bisognosi; questo fa parte della condizione umana. Ma anche se il nostro bisogno ci rende un po ‘vulnerabili e deboli, Dio lo vede in modo diverso. Lui conosce i nostri bisogni. E lo glorificano, dandogli l’opportunità di dominarci con la sua bontà e devozione.

Dolindo Ruotolo , un frate cappuccino che visse dal 1882 al 1970, comprendeva profondamente il rapporto tra il nostro bisogno e la bontà di Dio.

Ordinato a 23 anni, Dolindo trascorse la sua vita in preghiera, sacrificio e servizio. Ha ascoltato la confessione, ha dato una guida spirituale e si è preso cura dei bisognosi. Per un certo tempo, ha servito come direttore spirituale di Padre Pio Anche quando alcuni pellegrini da Napoli, dove ha vissuto Dolindo, è andato a Pietrelcina, Padre Pio dire :. “Perché vedi qui, se avete DoN Dolindo a Napoli? Vai da lui, è un santo! ”

Il  frate divenne noto per la sua spiritualità di resa. Ben consapevole della debolezza e del bisogno umano, Dolindo vide questo come un modo per promuovere un’unione continua con Dio.

Invitandoci a portare continuamente le nostre preoccupazioni e preoccupazioni al Signore, ci insegna che il centro delle nostre preghiere non dovrebbe rimanere nei nostri bisogni. Ci incoraggia a prendere i nostri bisogni a Dio, lasciandolo libero di prendersi cura di noi nella sua saggezza. Dolindo ci dice che il Signore ha promesso di assumere pienamente tutti i bisogni che Gli affidiamo. Nelle parole di Gesù a Dolindo:

“Perché sei confuso dalla tua preoccupazione? Lascia a me la cura dei tuoi affari e tutto sarà in pace. Vi dico, infatti, che tutti gli atti di consegna vera, cieca e completa producono l’effetto desiderato e risolvono tutte le situazioni difficili. (…)

Mille preghiere non equivalgono ad un atto di abbandono; non dimenticarlo mai Non c’è miglior novena di questo: O Gesù, mi abbandono a te. Gesù, prendi il controllo . “

Molte persone hanno già assistito a guarigioni e grazie ottenute seguendo il consiglio di Dolindo sulla realizzazione costante dell’atto di abbandono alla Divina Provvidenza . La preghiera di resa può anche essere fatta nella sua interezza o in nove segmenti più brevi, come una novena quotidiana.

Ho fatto la novena suggerita da Fra Dolindo per quasi un anno e penso che non sia solo un richiamo all’importanza di portare i miei bisogni e le mie preoccupazioni al Signore, ma anche una fonte di grande conforto e incoraggiamento.

Dolindo Ruotolo è attualmente un Servo di Dio; la tua causa di beatificazione è aperta.

Atto di abbandono alla Divina Provvidenza

“Mio Dio, non so cosa mi succederà questo giorno. So, tuttavia, che qualunque cosa mi succeda mi hai preparato, per il mio bene più grande. Per me è sufficiente saperlo, o mio Dio, per la tranquillità e la tranquillità del mio cuore.

So che tutto sarà conforme alla tua volontà e all’Amore infinito che tu mi consacri come Padre, l’amico più amorevole e il più fedele. Sono un bambino fragile, che non può né avere la natura né la grazia e non può neanche avere un buon pensiero in te.

Mi abbandono totalmente al tuo amore paterno, sapendo che proprio come la madre conduce solo per sempre il bambino che porta tra le sue braccia, così tu e meglio di lei, puoi solo darmi ciò che è meglio per la mia felicità, santificazione e salvezza. Mi abbandono completamente ai tuoi santi, disegni impenetrabili ed eterni, e mi sottometto con tutto il mio cuore.

Voglio tutto, accetto tutto, ti offro tutto, unendomi al sacrificio del tuo amato Figlio Unico e del mio Salvatore. Nel nome di Gesù Cristo, attraverso il Suo santissimo Cuore e infiniti meriti, ti prego per la pazienza nella sofferenza e la perfetta conformità alla tua volontà per tutto ciò che vuoi e permetti.

Amen. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *