Preghiera di guarigione per le nostre ferite.

Print Friendly, PDF & Email

Preghiera di guarigione per le nostre ferite.Le ferite, le tristezze e le paure del nostro cuore sono tante e a volte restano lì in un angolo per tutta la vita.Sono ferite che sanguinano sempre, che hanno cambiato il corso della nostra storia, e non guariscono mai.Sono le offese, le calunnie i torti subiti, la mancanza d’amore, i tradimenti, le occasioni perse, le umiliazioni e le lacrime che non siamo riusciti a fermare.Ma Gesù può sanare tutto, può chiudere il taglio, può far sparire il dolore, può cancellare tutto il male e darci un cuore nuovo. Recitiamo questa preghiera con tanta fede, facciamo scendere il tocco della mano di Gesù che sfiora, accarezza e sana il nostro cuore con tanto amore.

Gesù, ti presento le ferite del mio cuore, ricevute nella vita dai primi anni dell’infanzia agli anni più recenti, che ancora mi fanno soffrire: offese, torti, dispiaceri, calunnie, danni affettivi, mancanza di amore, di aiuto, di stima…“Tu risani i cuori affranti e fasci le loro ferite”.

Risana il mio cuore affranto. Fascia, rimargina, chiudi le sue ferite aperte. Per la grande ferita del tuo Cuore guarisci le piccole ferite del mio cuore. L’esperienza del tuo amore, che sempre mi ha accompagnato, mi dia la grazia di perdonare ogni offesa e non sentire più la sua ferita.Infondi in me il tuo Spirito Santo che crea in me un cuore nuovo, un cuore mite e umile come il Tuo.Cuore di Gesù, confido e spero in te.

Gesù, ti presento tutte le mie paure: la paura di essere rifiutato da Dio, la paura nei confronti degli altri, la paura di certi luoghi e animali, la paura dinanzi al futuro e a situazioni difficili, la paura di dare una brutta impressione di me stesso.Ti presento tutte le mie insicurezze, i miei dubbi, le mie incertezze, il disprezzo che a volte sento di me stesso e della mia vita.

Per queste paure e insicurezze mi sento come in mezzo a una tempesta.Tu hai detto agli apostoli sul lago di Galilea in tempesta: “Coraggio, sono io, non temete!”.Dillo anche a me e nel mio cuore si placheranno le onde furiose dell’insicurezza e della paura. Liberami da ogni dubbio e incertezza irragionevole, da ogni disprezzo di me stesso e della vita.

Sii Tu il mio coraggio, la mia sicurezza, il mio punto d’appoggio, la mia forza di vivere e di agire. Infondi in me il tuo Spirito Santo che è Spirito di potenza e di libertà.Cuore di Gesù, confido e spero in te.

Gesù, ti presento tutte le tristezze, le angosce, gli affanni, il senso di solitudine, di isolamento, di fallimento; tutti gli stati di depressione, disperazione, sfiducia, abbattimento, avvilimento… in cui tanto spesso mi trovo.Con le mie forze non riesco a uscire da questi stati d’animo di tristezza e di depressione.

Intervieni Tu. Come sei apparso a due ai discepoli di Emmaus lungo la strada e hai rimesso speranza nei loro cuori e sorriso sui loro volti, così vieni accanto a me.Liberami da questi stati d’animo. Riempi il vuoto del mio cuore e della mia vita, fammi emergere da ogni tristezza e abbattimento.

Infondi in me lo Spirito Santo, Spirito di conforto e di gioia, di speranza e di forza.Cuore di Gesù, confido e spero in te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *