Come è una relazione tossica con abuso.

Print Friendly, PDF & Email

Come  è una relazione tossica con abuso.

Molte persone sono in una relazione tossica e abusiva senza nemmeno rendersene conto. L’abuso emotivo spesso non è facilmente individuabile. Ci sono alcuni modi di essere abusivi in una relazione, inclusi abusi fisici, emotivi e sessuali.

“A differenza degli abusi fisici e sessuali, c’è una sottigliezza nell’abuso emotivo”, afferma Lisa Ferentz, specialista in traumi e educatore presso  Huffington Post . “È molto più confuso per le vittime, perché in genere coinvolge atteggiamenti che possono essere considerati” premurosi “.”

All’inizio  l’aggressore sembra essere piuttosto romantico e gentile. E questo è esattamente quello che fanno all’inizio della relazione. L’educatore, Ferentz, afferma che questa è la parte del processo di toelettatura.

“In tal modo, possono ottenere la fiducia delle loro vittime, che poi le rendono vulnerabili a chi abusa successivamente”, spiega Ferentz.

L’abuso emotivo è un modo per provare a controllare l’altro, ma non ogni discussione di coppia è un abuso. Prova a differenziare le cose. L’aggressore usa le emozioni per ottenere ciò che vuole nella relazione.

L’abusatore di solito distorce la realtà, volendo che la vittima abbia una percezione errata di come stanno le cose. La psicoterapeuta Carol A. Lambert ha spiegato all’Huffington Post che chi abusa di solito dice cose del tipo: “Non stai ricordando correttamente”, “Non l’ho mai detto” o “Non l’ho mai fatto”.

“Possono far sembrare che non stai pensando bene o che stai vedendo le cose nel modo sbagliato, non lo sei. Poiché questi atteggiamenti possono portare insicurezza, sei più capace di credere nelle distorsioni del tuo partner. Nel tempo, l’insicurezza ti fa perdere la fiducia nella tua percezione e giudizio, rendendoti ancora più vulnerabile “, spiega.

Secondo il terapeuta Andrea Mattews su Psychology Today, questi sono altri segni di abuso emotivo:

  1. Critica costante o tentativi di manipolare e controllare
  2. Prendere in giro e dare la colpa a sarcasmo ostile o insulti verbali
  3. Fare battute per diminuire il partner
  4. Abuso verbale e soprannomi maligni
  5. Privare l’altro di affetto
  6. Punizioni e minacce di punizione
  7. Rifiuta di comunicare con il tuo partner
  8. Isolare il partner da familiari e amici
  9. Voler sapere dove e con chi il tuo partner è tutto il tempo
  10. La vittima sente una forma di paura come se stesse  calpestando le uova, e fa di tutto per non irritare l’aggressore

Secondo il terapeuta Matthews, l’abuso emotivo segue uno schema. Non appena la vittima si rende conto di soffrire di abusi emotivi e comincia a pensare di lasciarlo, l’aggressore diventerà improvvisamente romantico e chiederà perdono. L’aggressore farà di tutto per riconquistarla. Sarà il fidanzato o il marito perfetto in modo da ottenere nuovamente la sua fiducia e rendere l’abuso che aveva percepito prima, diventare falso. Ma non appena torna a fidarsi e credere in lui, ritorna agli stessi standard abusivi. Ricordando che l’aggressore può essere sia l’uomo che la donna nella relazione.

Non confondere l’amore con l’abuso

Di solito l’aggressore è un giovane pieno di sé e abbastanza egocentrico, ma in una certa misura, che non maltratta la sua nuova fidanzata. E’ premuroso, gli procura animali imbalsamati, è romantico manda messaggi amorevoli la mattina e porta fiori.

Poi inizia a mostrare le tracce di una relazione violenta, non lasciandola uscire neanche a prendere  il fiore del fioraio, cominciando a controllare i vestiti che indossa, allontanandola dagli amici ed essendo geloso. Alla fine, la vittima sprofonderà in insulti e infelicità.  Attenzione, non confondere l’amore con l’abuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *