Centerbe, il vero elisir della lunga vita inventato dai benedettini: ricetta.

Print Friendly, PDF & Email

Centerbe, il vero elisir della lunga vita inventato dai benedettini: ricettaUna ricetta del XIII secolo creata dai Benedettini dell’Abbazia di San Clemente a Casauria (Italia)

Il liquore Centerbe deriva da una ricetta antichissima del XIII secolo prodotta dai benedettini dell’Abbazia di San Clemente a Casauria (Italia).

Alla fine del diciassettesimo secolo la formula dei  benedettini fu perfezionata dal farmacista Benjamin del Toro che la usò per curare i malati della peste. Le cento erbe aromatiche raccolte sulle pendici del Monte Morrone nell’Appennino abruzzese erano un segreto che veniva trasmesso di generazione in generazione, ogni famiglia aveva una versione personale di questo liquore ricco e sano. Per questo motivo il liquore fatto in casa ha un colore diverso dal prodotto di vendita commerciale.

Il liquore è prodotto con macerazione di alcool puro di queste erbe raccolte mescolate con fiori e spezie. In Italia è molto apprezzato, di solito si beve una piccola quantità da solo o al bar dopo i pasti in quanto è un ottimo digestivo. Viene anche usato in alcuni dolci tipici della pasticceria italiana.

Ingredienti:

8 foglie di rosmarino 
4 foglie di salvia 
4 foglie di basilico 
4 foglie di alloro 
4 foglie di ortica 
4 foglie di verbena profumate 
4 foglie di menta 
½ litro di alcool puro per liquori 
½ cucchiaino di thè
4 bacche di ginepro 
1 pezzo di cannella 
2 semi di caffè 
½ cucchiaino di semi di finocchio 
½ cucchiaino di fiori di camomilla 
la buccia di un limone 
400 grammi di zucchero e mezzo litro d’acqua per lo sciroppo

Preparazione:

Lavare e asciugare le erbe, metterle in una ciotola di vetro con spezie e scorza di limone. Aggiungere l’alcol e lasciarlo marinare per un mese intero, mescolando di volta in volta il contenitore. Dopo che il tempo è passato aggiungere lo sciroppo ancora caldo e lascialo riposare per un giorno. Quindi filtrare tutto in bottiglia e lasciare riposare per altri due mesi prima di assaggiarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *